ANA

sezione di Vittorio Veneto

 

ECCELLENZE DELLA SEZIONE

  • Il BOSCO delle PENNE MOZZE
    Inaugurato l’8 ottobre 1972, il Bosco delle “Penne Mozze” è situato in una posizione panoramica delle prealpi trevigiane a Cison...
    read more
  • Il REPARTO delle SALMERIE
    Nel 1991 il Ministero della Difesa prese la decisione di eliminare gradualmente dall’Esercito Italiano i muli perché non più consoni...
    read more
  • I CORI della SEZIONE
    CORO ANA VITTORIO VENETO (SEZIONALE) CORO MESULANO di CORDIGNANO (TV) CORO ALPINO COL DI LANA VITTORIO VENETO        ...
    read more
  • LA PROTEZIONE CIVILE
    IL GRUPPO DI ” PROTEZIONE CIVILE ” E’ UN COMPARTO DELL’ASSOCIAZIONE NAZIONALE ALPINI DI VITTORIO VENETO E DIPENDE DALLA SEDE...
    read more


13442257_10208586942984043_5999210205176142088_n

ADUNATA NAZIONALE A MILANO: la sezione Ana di Vittorio Veneto è già in fibrillazione. Saranno circa 400 le penne nere che da giovedì e fino a sabato sera partiranno per la Lombardia. Tra i primi gruppi della sezione partiranno venerdì mattina prestissimo gli sconci del reparto salmerie, per Pessano con Bornago a una ventina di chilometri da Milano, passando per Cassano d’Adda dove c’è la tomba di Giuseppe Perucchetti, fondatore e ideatore delle truppe alpine nel 1872, e dove ci sarà la deposizione di un cero alla memoria, ospitato dal gruppo locale.

Ci sarà ovviamente, sabato, dopo l’alzabandiera, anche la sfilata per le vie del paese ospitante, e il raggiungimento della caserma Montello di via Caracciolo a Milano dove i muli potranno essere visitati dagli alpini di tutta Italia sotto l’occhio vigile dei conducenti vittoriesi: anche senza Iroso, il cui ricordo sarà comunque reso vivido nella sfilata di domenica (in che modo sarà una sorpresa, ma non sarà lo zoccolo con inciso il numero 212) , il Reparto Salmerie è uno dei fiori all’occhiello della sezione.

Orgoglioso della nutrita partecipazione già prevista, anche dai biglietti dei trasporti pubblici milanese andati a ruba, è il presidente Francesco Introvigne (nella foto) : “Anche se all’apparenza sembra abbastanza più fredda perché a Milano anche 500 mila alpini rischiano di perdersi nella metropoli, sono convinto che i nostri gruppi saranno ampiamente rappresentati – dice – perché Milano è importante: è dove 100 anni fa nel 1919 nacque la nostra associazione, dove abbiamo avuto origine e questa è una valenza storica importante. E’ un ritorno alle origini, era giusto ricordare e rendere gli onori ai padri fondatori in galleria Vittorio Emanuele”.

Con i gruppi anche i tre cori della sezione: il coro Ana partirà venerdì con in previsione due concerti: in serata nella parrocchia di Sant’Antonio Maria Zaccaria, e poi sabato alle 21 nella chiesa romanica Santa Maria Rossa di Crescenzago. Nella parrocchia del Santissimo Redentore, in via P. Da Palestrina sabato si esibirà il Coro Col di Lana, che venerdì sera sarà a Lecco, alle 20.30 nella Chiesa di San Giuseppe al Caleotto. Infine il coro Mesulano che si esibirà sabato nella parrocchia della Ss. Trinità in via Giusti.

(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).

 

iroso

CIAO IROSO

Hai saputo dirci molto pur non sapendo parlare.

Il tuo cuore ha smesso di battere, ma noi Sconci lo sentiremo ancora, come sapremo sentire il cuore di chi si è emozionato al tuo cospetto e al solo sentire il tuo nome.

GRAZIE IROSO, AMICO e FRATELLO ALPINO.

Il Reparto Salmerie

COMUNICATO :

Un secondo lutto ha colpito all’improvviso la sezione Ana di Vittorio Veneto: nel giorno del funerale dello storico segretario Giacomino Tomasella è venuto a mancare durante la notte l’ultimo mulo alpino rimasto in vita. All’età di 40 anni paragonabili ai 120 anni umani è morto infatti Iroso, vera icona dell’alpinità.

Gli acciacchi dell’età lo avevano piuttosto debilitato nelle ultime settimane, ma fino allo scorso anno e a pochi mesi fa  è stata la “stella” del reparto Salmerie e delle adunate nazionali e del Triveneto: il mulo più famoso dopo il “congedo” forzato e l’acquisto da parte di Toni De Luca, insieme ad altri 11 compagni ad un’asta negli anni’90. Erano destinati alla macellazione. Antonio De Luca li ha salvati. Poi uno alla volta sono morti, ma Iroso è rimasto, da solo. Fino ad ora

Ad annunciare la morte del “generale Iroso” il presidente della sezione Ana Francesco Introvigne: “E’ stata morte naturale – dice – anche lui è arrivato a fine corsa di una vita lunghissima (i muli al massimo arrivano ai 35 anni), era ormai allo stremo delle forze. Ultimamente è stato tenuto in disparte dalle visite che nella stalla di De Luca si susseguivano, soprattutto dopo il compleanno dei 40 anni lo scorso gennaio. La sua è stata una lunga e onorata carriera, una vera icona da alpino in armi che da congedato. Era davvero il simbolo della nostra sezione e del reparto Salmerie che ora è davvero molto addolorato della perdita, anche se si sapeva che la fine poteva arrivare da un momento all’altro”.

Tra l’altro da Bologna in questi giorni doveva ritornare a trovare Iroso, il piccolo “sconcio” Giacomo, con cui aveva una fraterna e inusitata amicizia. A Giacomo è stata tenuta nascosta la notizia. Ne soffrirebbe troppo. Dovrà essere preparato nel tempo.

“Di sicuro non verrà dimenticato, anzi lo ricorderemo nel migliore modo possibile nel futuro – conferma Introvigne -. Di certo conserveremo lo zoccolo con il numero di matricola 212 in una teca. Abbiamo qualche idea, ne parleremo dopo una riunione nei prossimi giorni. Un suo ricordo sarà anche al monumento alle Penne nere di piazza Sant’Andrea. Abbiamo tanti episodi della vita di Iroso, anche del piccolo Giacomo, il più giovane del reparto. Vedremo di onorarlo insomma al meglio sapendo che è una parte che rimarrà vivente nel nostro cuore e nella nostra sezione”.

 

 ——————————-

Come deciso dal Consiglio Direttivo Nazionale, per raccogliere le sottoscrizioni a favore dei territori colpiti dai recenti eventi calamitosi di inizio novembre:

Denominazione conto: FONDAZIONE ANA ONLUS CTO CALAMITA’ NOVEMBRE 2018 IBAN: IT 64 I 06230 01627 000046045918

BIC/SWIFT: CRPPIT2P227

Banca di riferimento: CREDIT AGRICOLE, Filiale di Milano Via Armorari 4

Il conto è operativo dal 14 novembre 2018.

———————————————————— 

 

Il Servizio Militare è un dovere, essere Alpini un ONORE !

NOTIZIE dalla SEZIONE di VITTORIO V.to

sezione

 LEGGE 124/2017 . Clicca qui per visione

Il Consiglio Direttivo Sezionale è convocato presso la sala riunioni della nuova Sede P. C. in Viale Trento e Trieste – Vittorio Veneto, per giovedì 23 maggio 2019 alle ore 20.30

 

NOTIZIE dall’ ANA NAZIONALE

logo-ana[1]

 

POST RECENTI

  • CIAO IROSO Hai saputo dirci molto pur...
  • Il grande giorno è arrivato: gli alpini...
  • Sezione ANA di Vittorio Veneto 19 marzo...