ANA

sezione di Vittorio Veneto

ECCELLENZE DELLA SEZIONE

  • Il BOSCO delle PENNE MOZZE
    Inaugurato l’8 ottobre 1972, il Bosco delle “Penne Mozze” è situato in una posizione panoramica delle prealpi trevigiane a Cison...
    read more
  • Il REPARTO delle SALMERIE
    Nel 1991 il Ministero della Difesa prese la decisione di eliminare gradualmente dall’Esercito Italiano i muli perché non più consoni...
    read more
  • I CORI della SEZIONE
    CORO ANA VITTORIO VENETO (SEZIONALE) CORO MESULANO di CORDIGNANO (TV) CORO ALPINO COL DI LANA VITTORIO VENETO        ...
    read more
  • LA PROTEZIONE CIVILE
    IL GRUPPO DI ” PROTEZIONE CIVILE ” E’ UN COMPARTO DELL’ASSOCIAZIONE NAZIONALE ALPINI DI VITTORIO VENETO E DIPENDE DALLA SEDE...
    read more

header

 

CONTATTI e CALL CENTER PER PRENOTAZIONI ADUNATA del PIAVE 2017

CLICCA QUI PER INFORMAZIONI

 

image[1]

“Aspettando l’adunata” : varato il programma completo

Concerto-Tarzo

 TARZO 10/09/2016 – Dieci eventi tra concerti, mostre, rievocazioni storiche, manifestazioni sportive e una lunga staffetta che parte alle Sorgenti del Piave per arrivare a Cortellazzo lungo un percorso di 240 chilometri. Il programma elaborato dal Centro Studi del Piave, è stato approvato sabato a Tarzo dal COA, Comitato Organizzatore della 90sima Adunata degli Alpini, l’Adunata del Piave – Treviso 2017.

In realtà due appuntamenti hanno già avuto luogo, il primo in luglio a Pianezze con il raduno degli alpini donatori di sangue, il secondo sabato 3 settembre a Tarzo, grazie al concerto di quattro cori alpini, rappresentanti delle quattro Sezioni ANA della provincia. Il prossimo evento è in programma domenica 16 ottobre: si tratta del campionato ANA di marcia regolarità in montagna ed avrà luogo a Valdobbiadene. Si slitta poi al mese di marzo che vedrà impegnati gli alpini in due giornate: venerdì 3 e sabato 4 con il raduno alpino ed una mostra sulla Grande Guerra a Godega Sant’Urbano mentre venerdì 17 è prevista la Festa del Tricolore al teatro di Roncade. Avvicinandoci all’adunata aumentano gli appuntamenti. Aprile ne ha in cantiere 3: venerdì 7 a Vittorio Veneto conferenza sulla condizione degli abitanti nelle zone di invasione; sabato 22 concerto della fanfara Cadore e carosello nel centro della città di Conegliano; 29 aprile rappresentazione storica all’Isola dei Morti, Moriago della Battaglia.

La settimana prima dell’Adunata una lunga staffetta che durerà due giorni, il 6 e 7 maggio, porterà gli alpini lungo la “Marcia dei cent’anni” ricordando il centenario della Grande Guerra, dalle sorgenti alle foci del Piave: in totale 240 chilometri a partire da Sappada per finire a Cortellazzo. La staffetta registra un evento a metà percorso: una grande festa a Valdobbiadene sabato 6 maggio composta di voci, suoni e immagini. L’obiettivo del progetto è quello di coinvolgere il territorio in preparazione della grande Adunata del Piave che avrà il suo fulcro a Treviso dal 12 al 14 maggio. Fondamentale a questo proposito il lavoro di ideazione e preparazione svolto dal Centro Studi del Piave in cui operano i rappresentanti delle quattro Sezioni: Treviso, Conegliano, Vittorio Veneto, Valdobbiadene.

 

Ecco il logo per l’Adunata nazionale degli Alpini 2017

Lo ha realizzato la giovane Lucia Attun che frequenta la 5A presso il Liceo Artistico A.V. Obici di Oderzo, Indirizzo Grafico. Questa la scelta del COA, Comitato Organizzatore Adunata.

 

listenerIl cappello con l’inconfondibile penna simbolo degli alpini, stilizzato ed elegante, accompagnato dalla scritta Treviso 2017. Questo sarà il logo della 90ª Adunata Nazionale Alpini, l’Adunata del Piave, in calendario dal 12 al 14 maggio 2017 a Treviso. Questa la scelta del COA, Comitato Organizzatore Adunata, che ha premiato la giovane venerdì 3 giugno alle ore 15 nella sede della Sezione ANA di Treviso, in via San Pelaio. Il logo è stato scelto tra una rosa di 6 finalisti dei licei artistici di Treviso e Oderzo.

COA_Premio_Logo_1

A tutti gli studenti che hanno partecipato è stato consegnato un attestato, ai cinque finalisti è stato assegnato un kindle, il lettore di libri elettronici, in modo da sostenere e incoraggiare la lettura, mentre la vincitrice ha portato a casa un tablet.

“Per un alpino il suo cappello è tutto” spiega Lucia Attun che ha ben compreso come questo sia “un simbolo di appartenenza al corpo degli Alpini e al territorio”. Il logo – semplice, essenziale, facilmente riconoscibile – rievoca i colori della nostra bandiera poiché tra gli alpini e il tricolore c’è un vincolo inscindibile. “Ho pensato di rappresentare la città o meglio la provincia con la semplice scritta “Treviso 2017” in considerazione del fatto che all’organizzazione di questo evento concorrono le quattro sezioni alpine della provincia, la quale “indossa” metaforicamente l’amato cappello alpino” conclude Lucia che è stata premiata dal presidente COA Luigi Cailotto, alla presenza dei presidi del liceo artistico di Treviso professor Felice Costanzo e di Oderzo professoressa Liviana Da Re.

Ecco i nomi degli altri finalisti: Paola Tahiri ed Enrico Rorato del liceo artistico Obici di Oderzo, Ludovica Tracchi, Lodovica Gallinaro e Gloria Lorenzon del liceo artistico di Treviso.

Venerdì 3 Giugno si è inoltre svolta la riunione del COA con numerosi punti all’ordine del giorno. Dopo un breve resoconto sull’Adunata di Asti appena conclusa, sono stati cooptati nel Comitato i presidenti delle Sezioni ANA di Conegliano Giuseppe Benedetti, di Valdobbiadene Valentino Baron e di Vittorio Veneto Francesco Introvigne che si affiancano così al presidente della Sezione di Treviso Raffaele Panno.

Per quanto riguarda le attività “Aspettando Treviso 2017” saranno programmati numerosi eventi (mostre, concerti, incontri letterari, rievocazioni) selezionati dal Centro Studi Piave su una rosa di proposte. Si prevede la realizzazione di circa un evento al mese per ciascuna Sezione.

Prosegue inoltre il lavoro di individuazione degli alloggiamenti, sia alberghieri sia nel campi che negli spazi collettivi quali le palestre messe a disposizione dei Comuni. Circa 400 le sistemazioni alberghiere individuate, tremila le brande che saranno messe a disposizione dal COA con tanto di kit (materassini, lenzuola e coperte) mentre altrettanti posti potranno essere coperti nelle palestre trevigiane con sacchi a pelo o brandine portate dagli stessi alpini. Poi ci sono gli spazi messi a disposizione dai Comuni limitrofi con un potenziale di altri 5 mila posti. Le tendopoli potranno accogliere 40 mila persone e per i parcheggi si parla di almeno 20 mila posti auto e di due ampie aree per i camper (2 mila posti). Le prenotazioni potranno essere effettuate dal primo settembre attraverso il sito web: www.treviso2017.it.

 

 

lago-di-costalovara-wolfsgruben-see-renon-alto-adige

SOGGIORNO IN AUTUNNO A COSTALOVARA

CLICCA QUI PER INFORMAZIONI SUL SOGGIORNO ALPINO

 

 

ADUNATA TRIVENETA GORIZIA 2016

 

In 35mila a Gorizia per il raduno Triveneto

GoriziaTriveneto16_1

Ben oltre 35mila presenze complessive, e più di 20mila penne nere a sfilare nel cuore della città. E’ stata una grande festa di pubblico, di colore, di suggestioni e di alpinità, a Gorizia, la domenica della grande sfilata conclusiva del Raduno Alpini Triveneto del 2016, e dell’Adunata nazionale della Brigata Alpina “Julia”.

Anche grazie ad una giornata di sole e di caldo, il capoluogo isontino è stato pacificamente invaso da tantissime persone, anche al di là di quelle che potevano essere le più rosee aspettative del Comitato organizzatore alla vigilia.

1

A sfilare, in rappresentanza delle 29 Sezioni del 3° Raggruppamento (le 25 del Triveneto e le 4 estere, Nordica, Germania, Belgio e Lussemburgo), circa 20mila Alpini, compresi quelli delle Sezioni “ospiti”, e quelli arrivati in città per l’Adunata della “Julia”. Tutt’attorno una colorata marea di persone, goriziani ma non solo, ha fatto da cornice allo sfilamento, che si è chiuso come da programma con il canonico “Passaggio della Stecca” con la Sezione Ana di Vicenza, che nel 2017 organizzerà il prossimo Raduno Triveneto degli Alpini a Val di Chiampo.

Il presidente dell’Ana di Gorizia Paolo Verdoliva ha consegnato la “Stecca” al suo omologo di Vicenza Luciano Cherobin (nella foto in basso), prima che, nel pomeriggio, l’Ammainabandiera al Parco della Rimembranza mandasse in archivio tre giorni di grandi emozioni e di autentico spirito alpino nel capoluogo isontino.

images

“Siamo andati oltre le più rosee aspettative, con più di 35mila presenze complessive e 20mila Alpini in sfilata – commenta soddisfatto il presidente dell’Ana di Gorizia Paolo Verdoliva -. Dobbiamo dire un grazie sincero alla città e ai goriziani, che hanno accolto gli Alpini con calore, e partecipato davvero numerosi alla sfilata e più in generale a tutte le manifestazioni organizzate in occasione di questo memorabile Raduno Triveneto 2016. In questi casi ci sono sempre delle difficoltà, piccole o grandi, da affrontare, ma il Comitato ha saputo risolverle nel modo migliore e con successo. Tutto è andato per il meglio, ed abbiamo registrato anche una partecipazione convinta al Villaggio dei partner”.

Ma se la sfilata di domenica 19 giugno è stata il momento culminante del Raduno Alpini Triveneto e dell’Adunata nazionale della “Julia”, non si possono dimenticare i tanti momenti e le cerimonie organizzate dal 17 al 19 giugno dall’Ana di Gorizia, e anche nelle settimane precedenti. Come le mostre – la più significativa l’esposizione “Julia… Nomine tanto firmissima – Alpini a Gorizia”, curata assieme all’Associazione Isonzo e alla Brigata Alpina Julia, che resterà visitabile fino al 25 settembre al Museo di Santa Chiara di Gorizia -, o l’intitolazione di uno dei controviali dei Giardini Pubblici di corso Verdi al Maggiore Gennaro Sallustio, con una cerimonia davvero emozionante.

E ancora, non per ultimi, gli omaggi ai Caduti che, assieme alla Fiaccola del Centenario, hanno toccato tutti i principali cimiteri ed i Sacrari militari dell’Isontino e del fronte dell’Isonzo.

 

Ultime Notizie / Articoli / Categorie

  • VICENZA. Una folla di oltre mille spettatori...
  •   13° Campionato Triveneto A.N.A. di Marcia...
  •  Vittorio Veneto, 15 settembre 2016   Marcia...